Passa ai contenuti principali

ANALISI POST OPERAZIONE CONTRO CLAN LAUDANI DDA MILANO di Salvatore Calleri


L'operazione relativa ad uno dei principali clan di Catania quello dei Laudani fatta dalla dda di Milano ci deve portare ad alcune considerazioni di tipo analitico.

Una infiltrazione tipo quella scoperta dimostra alcune cose:

1) la raffinatezza raggiunta dai clan catanesi è di altissimo livello. Un clan forte come i Laudani controllava 4 centri direzionali di una multinazionale tedesca nel campo dei supermercati da un lato e la sicurezza privata che l'ha portata addirittura a curare quella del palazzo di giustizia milanese.

2) i clan siciliani e la loro capacità di infiltrazione sono stati sottovalutati in questi anni perchè distratti dai clan calabresi. I principali clan siciliani da anni hanno diversificato e si sono perse le tracce dei loro investimenti all'estero.

3) la Germania e le società multinazionali tedesche non sono abituate a combattere contro la mafia che è mutata. Quanto scoperto in Italia è molto probabile che avvenga pure in Germania. Appare sempre più necessario, se dette società non si vogliono trovare impelagate con la mafia, che si attrezzino con i necessari strumenti di due diligence per mitigare l'enorme danno che possono subire da tali infiltrazioni criminali.

La situazione è arrivata ad un tal punto che ogni giorno che passa senza che via sia qualche forma di intervento o reazione aiuta i clan criminali e mafiosi ad aumentare la propria influenza nell'economia.

Commenti

Post popolari in questo blog

TRAFFICO INTERNAZIONALE DI STUPEFACENTI. LA DIA DI BARI ARRESTA 43 PERSONE TRA ALBANIA E ITALIA.

DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA

LANCIO STAMPA

TRAFFICO INTERNAZIONALE DI STUPEFACENTI.
LA DIA DI BARI ARRESTA 43 PERSONE TRA ALBANIA E ITALIA.

È tutt’ora in corso, in Albania ed in Italia, un’operazione della Direzione Investigativa Antimafia di Bari, coordinata dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia, volta a disarticolare due potenti organizzazioni criminali responsabili del reato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti dai Balcani all’Italia.

Circa duecento uomini della DIA, con l’ausilio in fase esecutiva dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, di Interpol e della Polizia Albanese, stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 43 soggetti che dovranno rispondere del reato di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di ingentissimi quantitativi di marijuana, cocaina e hashish.

L’indagine, convenzionalmente denominata “Shefi”, conclude un’articolata attività investigativa avviata …

FIRENZE - I SUTERA SONO DIETRO ALL'ASSE NARCOS CON BARCELLONA

PROCURA DELLA REPUBBLICA
presso il Tribunale di Firenze
Direzione Distrettuale Antimafia

Nella mattinata odierna, militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Firenze hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare disposta dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Firenze – Dott.ssa Paola Belsito – su richiesta di questa Procura Distrettuale Antimafia, emessa nei confronti di 4 persone residenti a Firenze, in Provincia di Bergamo e in Spagna, ritenute responsabili di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti.
Il provvedimento è stato emesso a conclusione di articolate indagini avviate nel dicembre del 2016, coordinate dal Sost. Proc. dott.ssa Giuseppina Mione e condotte dal Reparto Operativo dei Carabinieri, che hanno permesso di documentare come due i fratelli di origine palermitana SUTERA Renato e Giovanni, titolari di fatto del noto bar – pasticceria “Curtatone” di Firenze, abbiano preso parte con il ruolo di finanziator…

REPORT 2017 FONDAZIONE ANTONINO CAPONNETTO LA GUERRA DI MAFIA ITALO-CANADESE

REPORT 2017
FONDAZIONE ANTONINO CAPONNETTO
LA GUERRA DI MAFIA
ITALO-CANADESE

A cura di Salvatore Calleri Giuseppe Lumia Simona Trombetta




INDICE
PREMESSA
IL PERCHE' DI UN REPORT SU UNA GUERRA DI MAFIA
LE CARATTERISTICHE DI QUESTA GUERRA
Antefatto storico Principali eventi delittuosi della guerra di mafia Censimento gruppi criminali presenti
SCENARI ESISTENTI
CONCLUSIONI




PREMESSA
La Fondazione Caponnetto da tempo cura dei Report antimafia inerenti ad aree geografiche ben precise con l'intenzione di fotografare la situazione presente e fornire elementi di riflessione e di analisi utili a contrastare il crimine organizzato e/o mafioso.
Oggetto del presente rapporto è la guerra di mafia internazionale che vede protagonista in terra di Canada una famiglia mafiosa italo-canadese di primaria importanza, quella dei Rizzuto, provenienti da Cattolica Eraclea in provincia di Agrigento.
IL PERCHE' DI UN REPORT SU UNA GUERRA DI MAFIA
Le guerre di mafia sono oggi un fenomeno quasi assente o, se presen…