Passa ai contenuti principali

RIFLESSIONI ANTISTEMICHE A 360 GRADI DOPO IL VOTO IN USA DI UN PROGRESSISTA TOSCO-SICULO

RIFLESSIONI ANTISTEMICHE A 360 GRADI DOPO IL VOTO IN USA DI UN PROGRESSISTA TOSCO-SICULO

48 ore fa avevo detto ad alcuni amici che, a prescindere dai sondaggi, secondo me vinceva Trump per il suo essere antisistemico.

Lo dice uno che per la presidenza degli Stati uniti D'America avrebbe scelto sin dall'inizio Sanders un antisistemico istituzionale.

Detto questo occorre trarre insegnamento da quanto accaduto.

I liberal/progressisti per vincere le elezioni in America ed in Europa devono non odorare di elite economica-finanziaria come purtroppo spesso accade. La crisi del 2008 ha distrutto la classe media che ancora a distanza di oltre 8 anni è in difficoltà nel mondo intero.

I conservatori da sempre odorano di elite economica ed infatti anche loro rimangono spiazzati dal vento antisistemico.

I liberal/progressisti devono svoltare. Devono riscoprire che uno dei pilastri storici è sempre stato quello che la politica deve essere in grado di governare l'economia. Trump ha dato questa sensazione. Poi vedremo cosa farà.

I liberal/progressisti non devono abbandonare i loro riferimenti tra le classi deboli che infatti dopo magari aver votato per Obama e Sanders hanno scelto Trump. Si sono sentiti abbandonati.

Inoltre occorre dire che queste elezioni hanno confermato che i sondaggi non riescono ad essere oramai precisi, che le bufale in internet da ambo le parti l'hanno fatta da padrone sui social e che la vittoria di Trump andrebbe anche studiata con attenzione per i mutamenti geopolitici che essa sta già causando.

Per assurdo la situazione che si è venuta a creare potrebbe anche far capire all'Unione Europea la necessità di svoltare, cambiando in modo radicale, abbandonando una volte per tutte il rigore, ridimensionando le lobby finanziarie, recuperando consenso sociale.

Voglio un Unione Europea diversa, forte e quindi in grado di approfittare da un punto di vista geopolitico della probabile minore presenza americana.

Commenti

Post popolari in questo blog

TRAFFICO INTERNAZIONALE DI STUPEFACENTI. LA DIA DI BARI ARRESTA 43 PERSONE TRA ALBANIA E ITALIA.

DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA

LANCIO STAMPA

TRAFFICO INTERNAZIONALE DI STUPEFACENTI.
LA DIA DI BARI ARRESTA 43 PERSONE TRA ALBANIA E ITALIA.

È tutt’ora in corso, in Albania ed in Italia, un’operazione della Direzione Investigativa Antimafia di Bari, coordinata dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia, volta a disarticolare due potenti organizzazioni criminali responsabili del reato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti dai Balcani all’Italia.

Circa duecento uomini della DIA, con l’ausilio in fase esecutiva dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, di Interpol e della Polizia Albanese, stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 43 soggetti che dovranno rispondere del reato di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di ingentissimi quantitativi di marijuana, cocaina e hashish.

L’indagine, convenzionalmente denominata “Shefi”, conclude un’articolata attività investigativa avviata …

24° VERTICE ANTIMAFIA - AGGIORNAMENTO

24* Vertice Nazionale Antimafia - 4° Summit del Mediterraneo Napoli 5 maggio 2018 – ore 16
Nell’affascinante cornice del palazzo di via Depetris 130, della Fondazione Mediterraneo, ospitati dal fondatore, Michele Capasso, si svolgerà quest’anno il XXIV Vertice Nazionale Antimafia – Antonino Caponnetto.  La Fondazione Caponnetto da circa quindici anni, raccogliendo l’insegnamento del Giudice Caponnetto, raduna attorno a sé personaggi del mondo dell’antimafia: magistrati, investigatori, giornalisti, politici, studiosi, professionisti e gente comune, che si batte per divulgare il seme della legalità e per contrastare tutte le organizzazioni criminali. 
Garantire libertà e giustizia sociale per un paese libero e democratico”.
Nel solco tracciato da Antonino Caponnetto quest’anno la Fondazione vuole tenere questo vertice straordinario proprio a Napoli, per dare voce e sostenere ancora una volta magistrati, forze dell’ordine e giornalisti, impegnati quotidianamente su un terreno difficile, dove…

REPORT SU MALTA 2018

REPORT SU MALTA – FONDAZIONE CAPONNETTO - OMCOM
A cura di Salvatore Calleri, Pier Paolo Santi, Aldo Musci.
Con il contributo di Claudio Gherardini
INDICE
PROLOGO POSIZIONAMENTO MALTA NEI REPORT ANTIMAFIA ITALIANI EPISODI CRIMINALI DA SEGUIRE EPISODI E NOTIZIE RILEVANTI CHE HANNO RIGUARDATO MALTA ALCUNE RECENTI OPERAZIONI CHE MERITANO UNA ATTENZIONE PARTICOLARE L'OMICIDIO DI DAPHNE CARUANA GALIZIA L'OPINIONE DI ALDO MUSCI ALDO MUSCI INTERVISTA SEN. GIUSEPPE LUMIA L'OPINIONE DI PIER PAOLO SANTI CONCLUSIONI ELENCO CLAN ITALIANI TRACCIATI A MALTA

PROLOGO
Se si apre il calendario atlante DE AGOSTINI si ottengono i dati fondamentali su Malta.
Dati importantissimi per analizzare questa isola che è posizionata in un punto strategico del Mediterraneo. La superficie dell'isola è pari a 315,2 kmq. Gli abitanti stimati sono 434.000. I cattolici sono il 95%. Malta è situata tra la Sicilia e la Tunisia e di fronte alla Libia. Ex colonia britannica. Indipendente dal 1964 e repubblica dal 1974. Il sist…